A cura di Massimo Massarella

Il bicipite brachiale è un muscolo del comparto anteriore del gomito.

Presenta due capi:

  • uno lungo che origina a livello della spalla, cavità glenoidea,
  • uno breve che si inserisce nella tuberosità del radio a livello del gomito.

La sua funzione è di ruotare all’esterno l’avambraccio (supinazione) e quella di flettere il gomito.
In letteratura la rottura del capo distale è attorno al 8% secondo gli ultimi lavori scientifici.

Il sesso maschile è quello più interessato, tra i 40 e 60 anni. Si manifesta durante esercizi in massima contrazione bici pitale e in supinazione, come ad esempio nel sollevamento pesi.

Gli Atleti che fanno largo uso di steroidi sono quelli più a rischio.

Diagnosi Clinica:

  • Morrey ha stabilito tre criteri di diagnosi clinica e sono il riferimento a singolo trauma,la sensazione di palpazione a livello del gomito anteriormente del tendine staccato,e la perdita di forza in supinazione e flessione.

Diagnosi strumentale:

  • Ecografia
  • RMN gomito.

Sintomatologia:

  • dolore e impotenza funzionale alla flessione e supinazione.

Trattamento:

  • chirurgico con re inserzione del tendine a livello della tuberosità del radio prossimalmente al gomito con mini-ancore.

Uso di tutore per 14 giorni.

Riabilitazione:

  • valutazione dell’atleta con scheda SECEC ELBOW SCORE, progressiva Fisiokinesiterapia con esercizi di recupero della estensione e flessione del gomito ed incremento della supinazione con macchine riabilitative specifiche.
  • massaggi anti edema e farmaci anti infiammatori tipo fans.Ritorno allo sport dopo 4 mesi.