06.80.82.536 / 06.80.80.514 fisiobios@gruppobios.net

 

Fisiatria – Diagnosi e cura di:

  • Patologie Osteoarticolari
  • Disordini Posturali
  • Patologie muscolo-scheletriche
  • Alterazione dell’appoggio plantare

L’IMPORTANZA DEL FISIATRA NEL PROGETTO RIABILITATIVO

Nell’ambito della riabilitazione nasce sempre di più l’esigenza di fare chiarezza sulle figure professionali che agiscono in questo campo, una di queste è il Fisiatra spesso confuso con il Fisioterapista; tecnicamente è laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in Medicina Fisica e Riabilitazione, che è un corso post- laurea quadriennale in cui si studiano tutti gli aspetti riabilitativi negli esiti di malattie ortopediche, neurologiche, reumatologiche, cardiologiche, respiratorie e urologiche; più precisamente in Ortopedia: riabilitazione di traumi di vario genere o dopo interventi chirurgici, di tutte le patologie della colonna vertebrale sia dell’adulto che dell’età evolutiva, di tutti i problemi legati all’appoggio plantare e alla postura.

Attraverso la visita fisiatrica e l’esecuzione di opportuni esami diagnostici ove sia necessario,egli elabora e condivide con il fisioterapista(che a sua volta esegue la propria valutazione funzionale sul paziente),il PROGETTO RIABILITATIVO, che puo’ essere comprensivo di cure mediche, farmacologiche od infiltrative e cicli di fisioterapia, sia manuale che strumentale.

Detto questo, la prestazione del Fisiatra è necessaria per una corretta diagnosi della causa di disabilità, per la valutazione funzionale e per la prognosi riabilitativa.

E ancora, grazie alle competenze specifiche in ambito cognitivo-relazionale e psicologico oltre a quelle puramente biomeccaniche,  egli riesce ad affrontare le problematiche relative alla disabilità, causata dalla patologia, valutata nell’ambito familiare, lavorativo e sociale del paziente, cercando di ottenere il massimo recupero funzionale con un approccio globale sul quest’ultimo per una “restituito ad integrum” ove possibile o al mantenimento dello stato raggiunto, per evitare un peggioramento di una condizione cronica.


Fisiatria