06.80.82.536 / 06.80.80.514 fisiobios@gruppobios.net

A cura di Massimo Massarella


La contrattura di Dupuytren è una malattia su base genetica, ereditaria che si presenta sotto forma di noduli palmari causata da una eccessiva disordinata fibrosi proliferativa del tessuto sottocutaneo, nei casi più gravi avviene la formazione di cordoni fibrosi che inducono le dita alla flessione sino alla chiusura completa della mano.

Maggiormente colpiti i maschi sopra i 40 anni di età.
Il lavoro non presenta una incidenza particolare e la lesione è più grave negli epilettici, etilisti.
Interessamento delle mani bilateralmente interessa oltre il 45% dei pazienti. La prognosi dipende dalla insorgenza precoce o tardiva e dalla sua ereditarietà.

L’alcolismo aggrava la prognosi.

Il trattamento è sempre chirurgico, varie sono le tecniche, dipende dal grado della malattia:

  • fasciotomia sottocutanea;
  • fasciotomia percutanea con ago;
  • iniezione di enzimi;
  • aponevrectomia selettiva;
  • aponevrectomia totale.

Trattamento post operatorio esercizi di stretching dei tendini flessori ed estensori della mano,massaggi di scollamento della ferita chirurgica, esercizi di presa e opposizione delle dita, esercizi di rinforzo dei muscoli interossei, esercizi propriocettivi, nei casi di dolore si associa tecar terapia e laser terapia ad alta potenza.